Avvio dell’anno scolastico 2020-2021

news del giorno: 18.09.2020
Avvio dell’anno scolastico 2020-2021

ARST mette in campo tutte le risorse disponibili in termini di mezzi e personale per garantire le migliori condizioni di trasporto degli studenti nel rispetto delle misure di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da Covid-19.


Specifiche criticità sono prontamente affrontate sulla base del costante monitoraggio che viene effettuato dal personale aziendale.


Risulta pertanto insostituibile e fondamentale la collaborazione di tutti, soprattutto degli istituti scolastici, per gli aggiornamenti sugli orari delle corse e qualunque altra informazione che possa risultare utile.


Si precisa che gli orari dei servizi e il numero di corse sono, almeno inizialmente, gli stessi dello scorso anno scolastico.


Nonostante la limitazione di capacità dei mezzi, all’80% è consentito, in base all’ordinanza 43 dell’11.09.2020 del Presidente della RAS, il trasporto del 100% dei passeggeri seduti, prevedendo una maggiore riduzione dei posti in piedi, variabili anche a seconda delle caratteristiche del mezzo: da poche unità fino a 50 persone per i mezzi più grandi.


Sono in ogni caso rispettati i limiti della capienza totale (numero posti seduti più posti in piedi) in considerazione al numero massimo di passeggeri consentiti a bordo, indicato sul mezzo.


I viaggiatori dovranno rispettare le indicazioni affisse nelle stazioni e sui mezzi ai quali dovranno accedere ordinatamente, senza creare situazioni di assembramento, indossando correttamente la mascherina, adottando dunque i dovuti accorgimenti per evitare la diffusione del coronavirus, anche con l’auspicato utilizzo dell’app Immuni affiancata ad altre misure come il distanziamento sociale.


ARST confida nella collaborazione delle Istituzioni, in particolare delle Amministrazioni Comunali e delle Autorità di Pubblica Sicurezza, per la vigilanza e il controllo sul  comportamento dei passeggeri alle fermate (in particolare degli studenti), al fine di prevenire e, all’occorrenza, contrastare eventuali condotte inappropriate e situazioni di assembramento.